Tel. 393/3865235| @mail: sergiocupidi@libero.it

Il Karma e' una Ruota. L'anima e' il suo motore.

Niente esistenza niente dissoluzione.


Niente esistenza niente dissoluzione.

 

Cioè non fare…  è non permettermi di fare qualcosa a qualcuno o a me stesso?

C’è differenza?

No certo, quindi quando io, non mi metto in condizione di esaudire il bisogno di una persona… lo vieto a me stesso.

Si.

Ma al tempo stesso tu devi accettare che VIETI a te in quel momento alcuni aspetti, alcune pratiche, alcuni risultati.

Cioè devi accettare i tuoi confini.

Ed essi non sono muri invalicabili.

Sono il riconoscimento della tua possibilità’ a quel momento.

Possono estendersi, possono modificarsi ma devono esserci perché’ senza confini tu non esisti.

E questo può essere un punto di realizzazione in altre dimensioni, ma sulla terra devi esistere prima di poterti dissolvere.

Niente esistenza niente dissoluzione.

L’esistere di cui tu parli in questo caso, e’ la mia manifestazione della mia intera entità energetica come spazio occupato da me.?

E come qualità.

Esistere e’ IO SONO E STO QUI.

Quindi possono esistere delle anime che non si dissolvono perché’ non hanno raggiunto la manifestazione dell’IO SONO in questa terra?

Possono esistere ma non è un assunto generalizzabile.

Poiché’ sempre determinato dagli stati di coscienza.

La maggior parte dell’umanità non sa di essere e dunque certo non si dissolve

Ma è ad uno stadio differente.

La consapevolezza di sé è determinante lo stadio.

E naturalmente questo non significa che qualcosa sia giusto e qualcosa sbagliato, ma solo diverso.

Non possono essere applicati gli stessi criteri ad ognuno-.

Però questo era nel ventaglio delle possibilità per comprendere anche questa parte di queste anime che restano sulla terra..

Non sulla terra ma in una sospensione…

…non più sulla terra almeno dopo aver lasciato il corpo fisico

…ma nemmeno sul piano spirituale…

…per mancanza di coscienza di se..

Allora soffrono?

Si alcune, ma non tutte.

Per molte è l’incoscienza che non produce grande sofferenza.

E’ incoscienza che come una anestesia consente loro di stare… di riprendere l’ energia necessaria per intraprendere una nuova incarnazione…  ma senza sapere.

E questo non e’ possibile darlo a qualcuno senza che questo qualcuno possa fare un azione che porti coscienza a questo. Cioè non è un trattamento da dare ad una persona?

Si può aiutare chi è pronto per iniziare il proprio risveglio.

Si può favorire la necessita di risveglio senza mai alcuna imposizione o forzatura.

È come far vedere qualcosa che ognuno è libero di accogliere o meno.

E non può esservi forzatura alcuna prima di tutto perché’ sarebbe un abuso e comunque non produrrebbe risultato.

Anzi potrebbe indurre una sofferenza maggiore perché’ il risveglio come ben sai produce effetti collaterali.

E fino a quando tu pensi che la soluzione come il problema sia da delegare ad altri o dipenda da altri, puoi soffrire in un modo, ma se pensi che dipenda da te e non hai strumenti, la sofferenza è più grande.

Ma come portare consapevolezza in me e negli altri?

Tu sei Uno a prescindere.

Non saperlo o non crederlo ti pone dei limiti.

Ma quando per una ragione qualunque, anche occasionalmente tu superi quei limiti, realizzi il tuo esser uno, magari solo per quel momento, che costituisce comunque una informazione ed una esperienza che apparterrà sempre al tuo patrimonio.

Potrà’ poi esser rimossa o dimenticata, o ignorata ma non può esser annullata, e presto o tardi riemergerà.

Il passo essenziale per te e’ stata la connessione con la parte anima.

Il passo essenziale per te e’ stata la connessione con la parte anima.

Il passo essenziale per te e’ stata la connessione con la parte anima.

Questo messaggio lo trovo oltremodo importante e quasi L’UNICO VERO STRUMENTO per trasformare se stessi, per curare se stessi, per guarire se stessi, per evolvere se stessi, per RISVEGLIARSI.

Questo percorso l’ho iniziato attraverso una intuizione.

Ve ne parlero’ nel prossimo articolo.

COME REVOCARE OGNI CESSIONE ENERGETICA.

Sergio.

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli recenti